SERIE B, SI CHIUDE IL BORSINO DEGLI ALLENATORI

Con la firma di Inzaghi alla Reggina tutte le panchine sono ora occupate in serie B

Filippo Inzaghi è ufficialmente il nuovo allenatore della Reggina per i prossimi tre anni e con lui si chiude il borsino allenatori
di Serie B, che vede su ogni panchina un profilo di alto livello, così come poi lo sono le rose delle squadre cadette. Il club amaranto, dopo l’inaspettato divorzio con Roberto Stellone, che aveva guidato la formazione calabrese nella seconda parte dello scorso campionato, portandola ad una salvezza tranquilla, punta su uno dei nomi forti della categoria per rilanciare le
ambizioni del nuovo presidente Cardona.

Per Inzaghi, dopo i successi a Benevento e la comunque buona stagione al Brescia lo scorso anno (esonerato nonostante la piena zona playoff
delle rondinelle) si prospetta una nuova sfida affascinante, quella di riportare in alto il capoluogo calabrese nel calcio che conta. Da qui, infatti, il triennale che lo ha convinto, a discapito di una precedente offerta dell’Ascoli per il dopo Sottil rispedita al mittente. Subito confermate, poi, le voci che danno imminente il ritorno di Folorunsho dal Napoli. Giocatore di spessore che tanto bene ha fatto lo scorso anno.

Anche la Reggina, quindi, si candida ufficialmente per occupare la parte sinistra della classifica, aumentando ancora quella che sarà la difficoltà del campionato cadetto della prossima stagione, specialmente per chi punta ai play-off. Staremo a vedere cosa faranno sul mercato il dg Martino e il ds Taibi per regalare a Superpippo una squadra in grado di lottare con chiunque e su ogni campo, col solito spirito battagliero del nuovo mister ed un calcio pratico e cinico, con meno spettacolo ma, sicuramente, con più efficacia.

Samuele Manni

Lascia un commento