Ternana, Diakitè, le prime parole dopo il primo allenamento – Videointervista

Il nuovo difensore centrale rossoverde ha effettuato con i compagni di squadra il suo primo allenamento in rossoverde ad Acquasparta ed alla fine della seduta si è presentato nello spazio interviste per rispondere alle domande degli operatori dell’informazione presenti.

“Prima dell’allenamento ho parlato un po’ con il prof. Mi ha chiesto come stavo fisicamente e io gli ho risposto bene ma non benissimo quindi ci vuole un po’ di tempo. Lui mi guarda e mi dice di stare tranquillo perché oggi l’allenamento sarebbe stato tranquillo. Due ore e mezza di allenamento – ride – ma dai! Poi mi sono fermato, ho fatto un po’ da solo. Vabbè ci sono”.

A parlare è un euforico Salim Diakité fresco di firma sul contratto con la Ternana e reduce dal primo allenamento con la Ternana.

Sei partito dalla D e rapidamente sei in B…
“Sono arrivato due anni fa in Italia nell’Olimpia Agnonese. Lì ho fatto sei mesi poi ho firmato con il Teramo. C’era il Covid, ho fatto 4 mesi a casa da solo. Poi sono tornato a Teramo. HO giocato un anno lì dove ho giocato abbastanza bene e mi sono ritrovato qui. Sono molto molto contento di essere qui”.

Pronto per la Serie B?
“Si si, io… c’ho fame”

Che gruppo hai incontrato?
“L’anno scorso ho giocato contro molti di loro. Di nome ne conoscevo diversi. Sono contento di arrivare qui con questo gruppo, sono davvero felice”.

Per te è la tua grande chance?
“Sto sempre a disposizione del mister. Se mi vuole mettere in panchina vado in panchina, se mi vuole mettere centrale gioco centrale. Sono sempre a disposizione di squadra e mister”.

Massimo Paci è stato un ex rossoverde, ti ha parlato di Terni?
“Con lui abbiamo parlato di Terni quattro mesi fa. Sapevo che Lucarelli mi voleva. Abbiamo parlato una mezz’oretta di Ternana e Terni. Mi ha parlato solo bene di questa città, dei tifosi, di tutti. Io sono quattro mesi che ho Terni in testa. Oggi sono qua e sono contento. Grazie al mister Paci. Mi ha aiutato tanto. Sono arrivato terzino destro a Teramo, lui mi ha dato fiducia e buttato dentro”.

In passato si era parlato anche del Sassuolo interessato a te…
“A gennaio scorso c’era il Sassuolo ma anche il Napoli. Ero più vicino al Napoli. Il presidente del Teramo però non mi ha fatto andare. Il passato però è passato. Adesso guardo avanti. Sono qui e sono contento”.

Da quanti mesi va avanti questa trattativa?
“E’ stata lunghissima. L’ultimo mese è stato terribile. Un giorno era sì e il giorno dopo era no. Alla fine sto qui, con i compagni e sono contentissimo”.

A Teramo ha giocato con un sistema di gioco simile a quello della Ternana…
“Io non ho paura di nessuno. A me piace l’uno contro uno, la velocità se ci devo andare ci vado. A Teramo giocavamo con la difesa alta. Se il difensore centrale deve seguire il centrocampista deve andare. Eravamo liberi. Faccio quello che mi dice il mister”.

Intervista Salim Diakitè

Lascia un commento