FERE IN ROSA, SOLO UN PUNTO TRA LE MURA AMICHE

Una Ternana non brillante sotto porta viene fermata in casa dal Sant’Egidio. Partita spigolosa giocata da entrambe le squadre su ritmi alti nella prima frazione di gioco. 

La Ternana inizia la gara con l’intenzione di portare a casa i tre punti; ottime trame di gioco vengono costruite sin dalla retroguardia, con un centrocampo sempre dedito alla creazione di verticalizzazioni per le attaccanti che possano impensierire il portiere avversario. Le rosso-verdi creano molto e più di una volta arrivano davanti al portiere ma sul più bello non riescono a finalizzare con Coletta e Cianci. Il Sant’Egidio fa fatica a ripartire e per l’intero primo tempo cerca di difendere lo 0-0 senza impensierire mai Money.

La seconda frazione di gioco si apre con una fase molto confusionaria, i ritmi calano e la Ternana con un’azione sulla fascia sinistra del capitano trova il rigore che potrebbe sbloccare la partita. E’ la stessa Coletta che si presenta dagli undici metri, ma non calciando molto forte permette all’estremo difensore salernitano di bloccare la sfera. Il mancato vantaggio va ad incidere a livello morale sulle ragazze di Migliorini che più volte cercano il gol con tiri da fuori area, ma l’attenta numero uno avversaria non si fa trovare impreparata. Intorno all’ottantesimo da segnalare un ottimo colpo di testa del Sant’Egidio  con il capitano Olivieri che con una girata manda fuori di poco, sfiorando il vantaggio.

Una Ternana poco lucida ed anche un pò sfortunata deve arrendersi ad un pareggio contro una squadra avversaria che ha messo in campo le proprie armi quali forza fisica e capacità di rimanere coesa. Per la squadra di Salerno è sicuramente un punto guadagnato su un campo difficile, mentre per le Fere in rosa rimane il rammarico di un risultato che va un pò stretto.

Lascia un commento